FacebookTwitterRSS Feed

Warning: getimagesize(https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/t1.0-9/34885666_2045525185685660_5197756360623652864_n.jpg?_nc_cat=0&oh=fc9fd4e5ea2230f8ef23ce722417d031&oe=5BB743D9) [function.getimagesize]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.0 403 Forbidden in /web/htdocs/www.rifondazionegenova.org/home/Joomla_1.5.20_ita-Stable/plugins/content/fb_tw_plus1/fb_tw_plus1.php on line 1527

Intervento di Maurizio Natale, segretario PRC Genova, al cpf del 10.06.18

AddThis Social Bookmark Button

Compagne e compagni, la Federazione genovese del PRC, dopo il commissariamento, ha ripreso a pieno titolo il proprio ruolo sul nostro territorio, le vicende politiche, prima a livello cittadino e dopo nazionale hanno definitivamente archiviato l’esperienza del centrosinistra, per l’assoluta inconsistenza delle proposte avanzate da LeU.

Purtroppo anche il risultato di PaP, che è portatore di una critica ben più radicale al sistema capitalistico, non è stata adeguato. Rispetto a questo quadro politico, il nostro partito, dopo il 4 marzo, ha deciso di continuare il progetto di PaP. La recente assemblea nazionale di Napoli, tenutasi il 26 e 27 maggio, ha visto la rinnovata fiducia del partito nel progetto, pure evidenziando alcune criticità che definirei fisiologiche, viste le forze impegnate nel progetto.
La Federazione di Genova è concorde nel continuare questo percorso politico, finalizzato alla creazione di un blocco sociale che manca al nostro paese da troppo tempo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Sicuramente saranno ancora da definire, in itinere, alcuni punti controversi, come la democratizzazione della dell’organizzazione, l’accesso ai sistemi di comunicazione e, non ultimi, alcuni punti politici che dovranno essere affrontati in chiave europea.
Se qualcuno dei nostri compagni di viaggio pensasse di creare l’ennesimo partitino autoreferenziale e settario o, peggio, chiedere l’estinzione dei partiti che partecipano a PaP, sarebbe per il Prc assolutamente inaccettabile, come giustamente ha ricordato a Napoli il nostro segretario il Compagno Maurizio Acerbo. Pap deve, necessariamente, essere un progetto inclusivo ed allargato alle forze che ne potrebbero condividere i punti fondamentali.
Ricordo, con grande dispiacere e rabbia, che mentre si discute su chi debba far parte o meno di PaP, i fascisti continuano ad allargare il loro consenso e per fascisti intendo coloro che oggi sono al governo della nazione. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo in discussioni che allontanano dalla politica chi non trova una rappresentanza da anni.
A tal proposito, ricordo a tutti che è stato deciso, che i territori, prescelti dall’assemblea nazionale di PaP, dovranno nominare un rappresentante da inserire nell’organizzazione nazionale.
Il nome che abbiamo scelto come Prc, che sappiamo essere gradito a molte altre realtà, è quello del nostro Compagno Sergio Triglia, unico eletto nelle istituzioni di PaP a livello nazionale.
Per fare in modo che ciò si possa realizzare, invito tutti i militanti di intervenire e votare alla prossima assemblea plenaria di PaP Genova il 12 giugno alle 21 presso il circolo Bianchini.
Per tornare a tematiche cittadine, ci tengo, in modo particolare, a ricordare che la nostra federazione fa parte integrante e svolge un ruolo importante all’interno dell’Assemblea Antifascista. La nostra presenza, insieme a quella di altre realtà ha permesso di organizzare la prossima manifestazione del 30 Giugno.
Sull’Antifascismo noi non abbiamo mai fatto un passo indietro, soprattutto ora che ci troviamo di fronte a una giunta comunale xenofoba, omofoba, nemica dei poveri e amica dei fascisti, come dimostrano le ultime dichiarazioni di sindaco e assessori.
Alla manifestazione del 30 Giugno parteciperanno la Cgil e l’Anpi, oltre a varie associazioni.
La nostra federazione ha spesso criticato alcune scelte politiche fatte da Cgil e Anpi, credo però, al netto di tutto ciò, che sia fondamentale avere una manifestazione importante nei numeri e nei contenuti, pertanto reputo positivo questo riavvicinamento.
Il mio auspicio è che Genova possa essere la prima città a manifestare in modo forte e chiaro contro ogni rigurgito di fascismo, così come lo fu nel 1960.
Un capitolo fondamentale è il mondo del lavoro, che è un punto drammatico per la nostra città. Ilva, Ericsson, La Rinascente, Mercatone Uno, i lavoratori dell’Hotel Bristol, la logistica, i contratti da fame. Sono solo alcune delle criticità genovesi. E che dire delle continue morti sul lavoro?
I lavoratori, i disoccupati, i precari stanno pagando sulla loro pelle il prezzo più alto a causa di un capitalismo sempre più violento e inumano.
E’ proprio per questa ragione, che vado ripetendo da tempo, che si deve tornare a praticare la lotta di classe nei posti di lavoro, nel sindacato, nelle piazze e ovunque sia necessario.
La Sanità pubblica rappresenta l’ennesimo esempio di cosa vogliono il capitale e la logica del profitto. In Italia ci sono 7 milioni di cittadini che sono indebitati per pagare le cure mediche. Per chi, come noi, crede che la sanità deve essere un diritto e gratuita , questo è assolutamente inaccettabile. Le politiche di privatizzazione della Sanità devono essere contrastate con decisione e con una forte opposizione sociale.
Davanti a questi problemi che il nostro paese sta subendo, qualcuno pensa che la Flat Tax potrà riportare la crescita economica nel nostro paese. Sicuramente cresceranno le tasche già gonfie di chi ha già tutto.
Concludo ringraziando tutti e chiedendo una partecipazione alla vita e alle attività del partito più sentita e presente. In questa ottica di collaborazione stiamo cercando di allargare il numero dei componenti della segreteria, con la finalità di essere sempre più presenti nelle lotte che ci saranno da affrontare nei prossimi mesi.
Le comuniste e i comunisti è proprio nei momenti difficili che alzano la testa, perciò compagne e compagni facciamo crescere il nostro partito tutti insieme!


W il PRC


Maurizio Natale
Segretario Provinciale
Partito della Rifondazione Comunista
Federazione di Genova

 
Share