FacebookTwitterRSS Feed

Fratelli "de che"?

AddThis Social Bookmark Button

Ieri gli appartenenti al gruppo di Fratelli d'Italia, della giunta comunale di Genova, hanno abbandonato l'aula per proresta nei confronti dell'ordine del giorno, presentato dalle opposizioni, che prevedeva di attuare tutte le azioni possibili per contrastare, come previsto dalla legge, qualsiasi apologia del fascismo e del nazismo, dopo le scritte comparse recentemente sui murales dedicati a Don Gallo e Claudio Spagna.

Per la verità, questa scelta, degli appartenenti a Fd'I, non ci stupisce, anzi la troviamo in linea con il loro pensiero. 
Ci domandiamo, piuttosto, se il Sindaco Bucci non provi nessun tipo di imbarazzo nell'avere una simile compagine tra i suoi alleati. 
Per l'ennesima volta il Partito della Rifondazione Comunista di Genova, chiede al Sindaco Bucci di dichiarare la sua adesione, senza se e senza ma, alla carta costituzionale repubblicana che fa dell'antifascismo uno dei suoi pilastri irrinunciabili. 
Vorremmo ricordare che chi tace acconsente.

Maurizio Natale, segretario del Partito della Rifondazione Comunista Federazione di Genova.

Davide Ghiglione Capogruppo Consiglio Municipio Valpocevera Chiamami Genova Putti Sindaco

Sergio Triglia Capogruppo Potere al Popolo Municipio Centro Ovest

Immagine tratta da www.genova24.it